Perizie tecniche asseverate o giurate a Roma

Le perizie non prevedono un onorario fisso, sono mirate al raggiungimento di uno specifico scopo e sono commisurate e relazionate alla complessità del singolo caso. Generalmente le perizie non hanno un particolare valore intrinseco, ma sono funzionali a risolvere una problematica edilizia, catastale, estimativa che scaturisce da una problema cogente, una Pratica Edilizia, Catastale, Commerciale, da una Compravendita o un contenzioso in Tribunale.

In relazione alle specifiche necessità la perizia può essere semplice, asseverata o giurata presso il tribunale ordinario di Roma.

PERIZIA TECNICA ASSEVERATA

Perizia semplice

È un’analisi tecnica concretizzata in una relazione scritta di una particolare situazione redatta e sottoscritta da un professionista abilitato ed iscritto al proprio albo professionale.

Perizia asseverata

Il Perito abilitato (tecnico iscritto al proprio Albo professionale) sottoscrive la propria relazione tecnica di perizia rafforzandone la certezza dei contenuti “sotto la propria personale responsabilità” e attestandone, con un’apposita dichiarazione riportata nella perizia stessa, la veridicità; egli risponde, così, penalmente per eventuali falsi ideologici, oltre che materiali, in essa contenuti.

Perizia giurata (o Perizia asseverata con giuramento)

È una perizia che, oltre alla sottoscrizione del professionista che assevera la veridicità del contenuto, riporta in calce una formula di giuramento di “aver bene e fedelmente adempiuto all’incarico affidatogli al solo scopo di far conoscere la verità”, reso dal Perito medesimo dinnanzi al Cancelliere di un ufficio giudiziario, compreso quello del Giudice di Pace, ai sensi dell’art. 5 del R.D. n° 1366/22 , o dinanzi ad un notaio, ai sensi dell’art. 1, comma 1, punto n° 4, del R.D. n° 1666/37 .

VALUTAZIONE IMMOBILIARE

La valutazione immobiliare punta a stimare il più probabile valore di mercato, di uno o più immobili alla determinata data. Il più probabile valore di mercato è una rappresentazione del valore di scambio, ossia dell’importo al quale un immobile verrebbe venduto se fosse posto in vendita sul (libero) mercato alla data della valutazione.

Il valore di mercato è stimato tramite l’applicazione di procedure e di metodologie di valutazione riferite alla tipologia, alle condizioni dell’immobile ed alle circostanze più probabili in cui tale immobile sarebbe compravenduto sul (libero) mercato.