Tipologie di laminato per la cucina

ABS, stratificato HPL, postformato Fenix

Differenze e vantaggi

Quante tipologie di laminato esistono?.. tante, ma non sono tutte lo stesso prodotto. Un breve sunto delle principali tipologie di laminato per orientarsi, specie nella scelta dei top da cucina.

Piani laminati per la cucina

Il laminato è uno dei materiali più utilizzati per le ante ed i top della cucine, tuttavia esiste una notevole varietà di tipologie di materiali, genericamente definiti laminati:

materiale composto da un pannello di base grezzo rivestito con l’accoppiamento a caldo di più strati di carta impregnata con resine termoindurenti, quindi da uno strato imbevuto in resine melaminiche decorato e infine da uno strato protettivo esterno di protezione. Lo strato decorato è colorato o stampato per ottenere gli effetti cromatici desiderati.

Tra tipologie più diffuse di laminati per  la cucina, figurano l’ABS, il postformato, lo stratificato HPL ed il Fenix.

Piano cucina in laminato ABS

L’ABS è una tipologia di laminato che combina un ottimo prezzo a interessanti caratteristiche, perciò è trai più diffusi ad oggi.

Il laminato ABS ha maggiore resistenza agli urti frontali rispetto al laminato postformato e consente possibilità di scelta grazie all’ampia gamma di colori e le tre diverse altezze (da 2 cm a 6 cm).

Piano cucina in laminato postformato

Fino a qualche anno fa era il top per cucine più utilizzato. Composto da un pannello in particelle di legno, materiale economico che in questo caso non è assolutamente sinonimo di bassa qualità.

Oltre al prezzo, uno dei principali vantaggi del laminato postformato è la vastissima offerta di colori a disposizione: la scelta spazia infatti dalle tinte più classiche e tradizionali alle finiture innovative e particolari che generano effetti materici, che riproducono, sia alla vista sia al tatto, materiali come pietre e legni.

Altra importante caratteristica da non trascurare è la praticità: facilità d’uso legata all’elevata resistenza ai graffi soprattutto nelle finiture materiche e alla facilità di rimozione delle macchie, un pericolo sempre vivo in cucina.

Di contro il principale limite tecnico di questo tipo di top per cucine è rappresentato dalla sensibilità al calore. E’ sconsigliabile appoggiare sul laminato postformato pentole o padelle appena tolte dal piano cottura, per non rovinare la bellezza del top.

Piano cucina in laminato HPL

L’evoluzione del laminato postformato ha portato alla creazione di un laminato stratificato HPL, top formato da strati di resina termoindurente. È il laminato più pregiato perché sottoposto a una pressatura molto elevata che lo rende estremamente resistente; è così utilizzato soprattutto per le parti dei mobili soggette a forti sollecitazioni, come i top in cucina

Tra tutte, spicca l’assoluta impermeabilità che rappresenta il principale vantaggio di questo top che offre la possibilità di realizzare le vasche del lavello integrate con la stessa finitura.

Altre caratteristiche innovative di questo top sono rappresentate dalla resistenza agli oli e la resistenza a temperature fino a 180°. Queste tre caratteristiche rendono il laminato stratificato HPL uno tra i top meno delicati e più funzionali per i piani di lavoro per la cucina.

Grande impatto estetico nelle cucine moderne, una soluzione che garantisce continuità, generando un effetto coerente e lineare. E’ un materiale molto utilizzato per le cucine attrezzate per i diversamente abili , date le doti di resistenza, i top non necessitano di sottopiani, quindi ci si può entrare comodamente con le gambe.

Piano cucina in Fenix

Anche questo materiale nasce dal laminato postformato e rileva tutte le sue principali caratteristiche, alle quali vanno aggiunte le preziose nuove ricerche sulle nanotecnologie.

Materiale con un’elevata resistenza all’usura, il Fenix può contare anche su una capacità di auto-riparazione da micro graffi attraverso l’esposizione al calore (è sufficiente passare sulla zona un ferro da stiro su panno).

Le resine che ricoprono il top donano una piacevole e particolare sensazione al tatto che lo rendono quasi morbido e anti impronta. Queste peculiarità, insieme a una gamma cromatica completamente rinnovata, classificano il Fenix come uno dei top per cucine più affascinanti, ideali per esaltare l’estetica della cucina moderna.

Meglio il laminato o il quarzo?

Considerando le tipologie di laminato presenti, indubbiamente è la soluzione con migliore rapporto qualità prezzo e possibilità di finitura. Con il lamianto HPL inoltre si sperano le carenze e la scarsa resistenza ai graffi ed alle temperature ei laminati più economici.

Il quarzo d’altro canto è resiste alle abrasioni, agli agenti chimici e al calore. Grazie alla sua non porosità non assorbe liquidi, non si macchia e respinge acidi e solventi quindi si configura anche come un piano altamente igienico. Il piano in quarzo ha una resa estetica notevole ed è disponibile sia in finitura naturale e quindi lucido oppure nella variante opaca oppure con effetto buccia d’arancia.

Il laminato nelle cucine di lusso?

Le caratteristiche dei laminati moderni e la possibilità infinte di finitura, hanno fatto del laminato il materiale più diffuso nei top per le cucine di lusso. Infatti alcuni laminati oltre a caratteristiche fisiche di resistenza hanno resa estetica equiparabile ai materiali naturali, che scontano un prezzo maggiore, un maggior peso e spesso una certa fragilità. La tendenza di utilizzo di laminati di alta qualità è pressoché irreversibile nelle cucine moderne a meno di nicchie di mercato.

2022-06-17